Valentina Gravili – La balena nel Tamigi

Valentina Gravili - La balena nel Tamigi

Valentina Gravili - La balena nel TamigiEra il 2006 e le cronache mondiali, per qualche giorno, si trovarono a seguire col fiato sospeso le sorti di un piccolo cetaceo che, smarrito il senso dell’orientamento, si era trovato a sguazzare per le acque del celebre fiume londinese. Una vicenda, questa, che Valentina Gravili, giovane promessa della musica italiana, ha saggiamente ripreso nel suo nuovo lavoro – dal titolo, appunto, La balena nel Tamigi – come allegoria di una vita senza punti di riferimento che porta, con facilità, a brancolare nel buio.

Nonostante le premesse impegnate, però, la voce della cantautrice pugliese già vincitrice del premio Ciampi 2001, leggera come una brezza primaverile, riesce a dar vita a dieci tracce che fanno dell’orecchiabilità e della semplicità un pregio.

Saggiamente supervisionata da Amerigo Verardi e affiancata da Max Baldassarre e Silvio Trisciuzzi, infatti, la Gravili ha confezionato un album cantautorale dal sapore pop e dai modi composti; uno di quegli album semplici, che non sconvolgono ma che, al tempo stesso, riescono ad allietare e a stampare un sorriso sul viso dell’ascoltatore.

Voce sognante, qualche virata psichedelica a dare colore qua e là e un’eleganza raffinata pari a quella di grandi donne della musica italiana quali Cristina Donà, la Gravili confeziona, dunque, un lavoro ben fatto ed equilibrato, un ascolto consigliabile a chiunque e raggiungibile con un semplice click sul sito della giovane brindisina.

Annachiara Casimo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *