Recensioni vincenzo fasano - il sangue

Published on novembre 2nd, 2011 | by Mag-Music

0

Vincenzo Fasano – Il sangue

pub-9401314737756736pub-9401314737756736

Uscito lo scorso 11 ottobre per l’etichetta Eclectic Circus, ”Il sangue” è l’album con cui Vincenzo Fasano fa il suo esordio nel circuito della musica italiana indipendente. Cantautore di origini siciliane, ma cresciuto tra la nebbia mantovana e i portici bolognesi, Fasano rischia di arrivare fuori tempo rispetto a gusti e correnti cantautoriali degli ultimi tempi.

“Il sangue” è sicuramente un disco che ben presenta le doti del musicista, dieci tracce che si divincolano tra chitarre tanghere e calde sonorità folk nostrane; armonie che fanno da sfondo alla voce rauca, urlatrice e diretta di Fasano.

La sua immediatezza vocale e intensità con la chitarra, suoi punti di forza, rischiano di non giocare a favore del cantautore tanto da farlo cadere nel grosso calderone fatto di cantanti, chi felice chi un po’ meno, che urlano sentimenti e incazzature.

L’album vanta la partecipazione di musicisti di tutto rispetto come Riccardo Sinigallia che in Non ritiro quel che ho detto si occupa dei suoni del moog; in Se fossi In me, invece, ritroviamo il piano dell’eccentrico Dino Fumaretto. Altra nota ospitata, quella di Gionata Mirai del Teatro degli orrori nella title-track. Le diverse presenze artistiche non aiutano però le dieci tracce a trovare una loro personalità e a differenziarsi tra loro.

In più occasioni la sua voce rischia di ricordare i due Vasco nazionali, come un primissimo Rossi che oramai non c’è più e un Brondi con i suoi alti e bassi vocali.

Nonostante la considerevole qualità di Vincenzo Fasano, il disco non riesce a convincere del tutto; forse proprio perché le nostre orecchie son state troppo bombardate e abituate a certe urla.

Ma nella vita si sa, purtroppo, ci vuole culo!

Paola Rondini per Mag-Music

Tags:


About the Author



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Back to Top ↑