“Le stelle: A Voyage Adrift”, il nuovo album degli I.C.O.

Nati agli albori del nuovo millennio, gli Incoming Cerebral Overdrive sono massicci fino al midollo.

Gli I.C.O. hanno debuttato con “Cerebral Heart” (Myphonic Records, 2008), caratterizzato da una feroce energia che li ha accompagnati fino ad oggi.

È la loro unione con Supernatural Cat, datata 2009 con l’abum “Controverso”, che affina e leviga il loro suono unico in qualcosa di ancor più dinamico. Il loro stile era da un lato attuale, pesante, furioso e ruvido, sebbene anche riconoscente e vicino al passato della musica prog italiana. “Controverso” è stato il primo vero passo verso una direzione più definita.

La fine della prima decade del nuovo millennio, segna un ulteriore nuova evoluzione del progetto, con il nuovo lavoro intitolato “Le stelle: a Voyage Adrift”.

Il tema: un immaginario, oscuro e solitario viaggio alla deriva, ritrovato in un diario. Emozioni di paura, rabbia ed eccitazione irrazionale si sviluppano in attesa di un fatale epilogo in desolazione, un annichilimento finale in una fusione cosmica.

Dal punto di vista sonoro, questo nuovo album è un percorso che si interseca ed espande in un monolite enorme, profondo e talvolta claustrofobico. Chitarre cavernose con riff logoranti, poliedriche voci effettate e frammenti ritmici si tuffano in un mix psichedelico di suoni imprevedibili tra distensioni e follie, a fronte del quale noi, i destinatari, non possiamo che soccombere.

La partecipazione di Urlo e Poia degli Ufomammut, sia nella composizione che durante le registrazioni, apre il progetto a nuovi orizzonti.

– Mirzam

– Sirius

– Betelgeuse

– Kochab

– Adhara

– Pherkad

– Sirius B

– Polaris

– Bellatrix

– Rigel

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *