Recensioni cosmetic - conquiste

Published on maggio 7th, 2012 | by Mag-Music

0

Cosmetic – Conquiste

pub-9401314737756736pub-9401314737756736

cosmetic - conquisteLenta conquista irrompe ronzante e magnetica e parte così “Conquiste”, prende il volo come la navicella spaziale che domina la copertina e viaggia per quaranta minuti in bilico come sempre fra il frastuono e l’armonia. Ma con un pizzico di maturità in più.

Giunti al terzo lavoro, infatti, i Cosmetic dimostrano di saper saggiamente fondere i suoni cui ci avevano finora abituati su disco assieme alle loro migliori rese live, esagitate e distruttive.  Il risultato è un disco rumoroso ma, al tempo stesso, incantato, complice la voce di Bart (accompagnata da quella di Costanza dei Be Forest, ospite in due pezzi) che sbuca lieve e candida sotto il tappeto sonoro ricreato ad arte.

Tante le tracce degne di nota, da Scisma, a tutti gli effetti il brano-tormentone del disco (vuoi perché è stato il primo pezzo a circolare in rete nei momenti di maggiore attesa per la release), fino a Colonne d’errore che, con i suoi giochi d’alternanza fra noise e shoegaze più etereo, si dimostra l’esatta sintesi delle due anime del gruppo.

Una rinnovata maturità si avverte anche nei testi che narrano di affetti quotidiani (La fine del giorno, una delle tracce più brevi e più riuscite), solitudini e amicizie (Sitar, Per un amico) fino a diventare quasi delle vere e proprio fiabe come in Melly.

Chiude tutto Lo spavento, che lascia con un tuffo al cuore e la voglia di premere di nuovo play e riascoltare l’album in loop. O meglio, di correre al primo concerto in zona e urlare sotto il palco.

Annachiara Casimo

Tags:


About the Author



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Back to Top ↑