Kramers – Warum warum ist die Banane krumm?

La sorpresa dietro l’angolo. Sì, c’è una banana, ma solo apparentemente, perché non ci vuole molto per ritrovarsi di fronte ad un’atmosfera tipicamente da “tutti frutti”. Il buio della copertina che nasconde l’arcobaleno. I Kramers, con la produzione della The Prisoner Records di Mezzala (Numero6), lo sanno benissimo, e “Warum warum ist die Banane krumm?” è il disco che li lancia ufficialmente sulla scena nostrana. Dieci canzoni il cui nucleo è troppo personale per essere ridotto ad un solo genere: si parte dolci e si finisce scatenati, seppur con una parentesi. Dalla delizia pop di The Day I Walked Down the Street agli attacchi di allegria di Girl Who Came from Nowhere, fino alla prima rottura che separa Another Pop Song You Can Dance with Your Friends dall’uragano di synth di My Speed Love. Ed è in un simile istante che a questi elementi si aggiunge un miscuglio tra elettronica (123456789), trip hop alieno (She’s So Flute) e reminescenze disco-lounge (Dharmabeat, La dance), con tanto di influssi kraut-progressive (Hamburger vs. Kebab). Tutto ben frullato e bello che saporito. Se la banana è storta è perché questi cinque ragazzi hanno trovato il modo per farlo. Non certo storcendo il naso di chi ascolta.

Gustavo Tagliaferri per Mag-Music

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *