Enabler – Flies EP

enabler - flies ep

enabler - flies epGli Enabler li avevamo lasciati con il loro revivalistico “All Hail the Void“, scheggia metal-hardcore che rubacchiava a destra e a sinistra da produzioni ben più massicce (vedi Black Breath) senza per questo scegliere la strada del vintage a tutti i costi. Quindi mi vedo costretto oggi a pensare a loro piuttosto come a dei revisionisti, visto come la tradizione viene rimpolpata mediante iniezioni robuste di moderna tamarraggine, ma la faccenda si complicherebbe e questo è solo un EP, in fondo. Il suono resta fondamentalmente lo stesso, anche se la cifra hardcore primeggia e dona alle tracce un pur piacevole senso di già ascoltato. Sarà per questo che li apprezzo, visto che traccia dopo traccia pare di essere accompagnato di volta in volta da Trap Them, Power Trip e compagnia thrasheggiante. Solo che l’unicità di un full lenght come il precedente poteva darsi proprio in assenza di altre produzioni così convintamente crossover. Ora che il genere rientra, com’è fisiologico che sia, e la formula pare giocarsi in definitiva tutta sul riff o sul gancio melodico, il disco finisce da solo un po’ per esporsi al rischio.

Bella la cover di Arise (Sepultura), ma è tutto dire. All’epoca i dischi si facevano tentando di portare avanti un suono impalpabile, e non creandone uno mediante giustapposizione. Da rivedere.

Nunzio Lamonaca

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: