Riccardo Sinigallia – Per tutti

Riccardo Sinigallia

Riccardo Sinigallia - Per tuttiUn gran bel ritorno quello di Riccardo Sinigallia, che con un “Ciao” chiudeva quegli “Incontri a metà strada”. Otto anni di attesa in cui il Nostro è rimasto attivo, anche se dietro le quinte, come autore e produttore. Forse giunto alla conclusione che fosse arrivato il momento di aprirsi un po’ di più, questa release (licenziata dall’etichetta Sugar Music) pare essere un invito destinato ad un vasto pubblico. E allora incontriamoci al Festival di Sanremo, incontriamoci in radio e in tv senza jingle o compromessi, l’invito è “Per tutti”.

Un disco completo, fatto di riflessioni malinconiche e speranze, di presente, passato e futuro. Un disco che si prende tutto il tempo necessario per comunicare al meglio, con piano e chitarra a tessere, con calma, l’intro di E invece io, con synth che illuminano delicatamente lo sfondo durante Una rigenerazione interiore – come base di una qualsiasi rinascita -, o con un brano strumentale dal sapore ambient (13 07 2010). Sinigallia racconta d’amore (Le ragioni personali, Tu che non conosci) e d’amicizia (Io e Franchino), di paure che si celano dietro synth anni ‘70 e ’80 (Per tutti) e di piccoli gesti quotidiani, in cui tutti noi che viviamo questo difficile periodo storico, possiamo ritrovarci (Prima di andare via).

Trovandosi in questo contesto, viene spontaneo riflettere su quanta passione e benevolenza si diffonde nella scena musicale romana, in cui i cantautori condividono questo linguaggio, che può tanto unire quanto spronare i musicisti all’egoismo e alla gelosia, nel timore di perdere chissà cosa. Ancora una volta però certe collaborazioni brillano di autenticità, riuscendo nel loro intento grazie a Filippo Gatti (già presente nella meravigliosa Anni di pace del disco precedente), alle slide inconfondibili di Roberto Angelini, ma anche alla partecipazione di Cristiano De Fabritiis, Alfonso “Fofò” Bruno, Vittorio Cosma e molti altri.

A fine disco ci si rende conto di come il concetto di tempo vigili su tutto senza neanche ricorrere spesso a tale termine, di come l’uso dell’elettronica sia diventato marginale (rispetto ai dischi precedenti), di come sia possibile sperimentare lasciando spazio alla semplicità e all’immediatezza. Sinigallia ha dato e continua a dare un contributo all’evoluzione del linguaggio della nostra musica pop, mescolando ricercatezza di suoni e testi con un grande talento. Gli auguriamo che un numero sempre più considerevole di persone possa dare spazio a meritevoli lavori.

Carmelina Casamassa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *