Gran Magnus – Triumph and Power

Grand Magus - Triumph And Power

Grand Magus - Triumph And PowerI tre svedesi proseguono un cammino iniziato oltre tre lustri fa, quando la componente doom, all’interno della loro musica, primeggiava sopra ogni altra influenza.

Triumph and Power” è un disco dalla verve fortemente epic, frutto di uno sviluppo artistico maturo ed equilibrato, che vede la permanenza di influenze doom, quasi sotto forma di echi d’omaggio alle origini della band, ben integrati alle numerose “cavalcate power”, innescate dalla chitarra di Jane “JB” Christofferson e supportate dal basso di Fox Skinner.

L’album è completo, potente, dinamico e saturo di visioni su di un moderno approccio al genere che ha reso grandi i Manowar.

Le commistioni tra musicalità eterogenee sono ben amalgamate dalla perfetta sintonia captabile nel lavoro dei tre artisti, il quale risulta asciutto, incisivo e mai pacchiano. Nonostante la natura dell’epic-metal tenda a favorire enfatizzazioni al limite del grottesco, Christofferson modera ogni sfarzo baroccheggiante in nome di un prodotto ricolmo di carisma ed emozionalità, secco e puntuale negli intenti che si pone.

Spesso riecheggiano sonorità già vocalizzate dall’Eric Adams (Manowar) dei primi anni ‘80, così come si ripercorrono suggestioni già evocate da Virgin Steele e Warlord, mantentendo, però, un approccio agile e moderno ed uno sviluppo della tracklist interessante e mai banale.

La qualità di questi tre svedesi sta proprio nel riuscire ad affrontare un genere tipicamente ottantiano senza mai tracollare nel baratro di ciò che è definibile come obsoleto, sorpassato o additittura trash.

La registrazione, affidata al guru Staffan Karlsson (già impegnato con gli Arch Enemy) è efficace e pulita, degna di un disco di spessore come questo.

Adrian Nadir Petrachi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *