Dan Solo – Avrei EP

Dan Solo - Avrei EP

Dan Solo - Avrei EPIl passare del tempo lo ha consegnato ai più principalmente come colui che è stato il bassista storico dei Marlene Kuntz, ma allo stesso tempo la realtà ha più volte dimostrato come a Daniele Ambrosoli, in arte Dan Solo, non sia mai mancata una certa poliedricità, che sia passata con quei Petrol con cui si è visto congiungersi una volta conclusasi l’esperienza di cui sopra, con un’adeguata compagnia come quella di Franz Goria (Fluxus), la collaborazione con Davide Tosches in quel di “Il lento disgelo” o ancora prima tramite quei Pornodrome rappresentati anche attraverso un apposito lungometraggio con Samuel Romano (Subsonica) e il regista Beniamino Catena. Ed è proprio tale poliedricità che funge da input ad una necessità di proporsi, gradualmente, per quello che si è: ascoltare “Avrei” significa avere un buonissimo assaggio di quello che può essere il nostro anche fuori da tutto ciò, sia che ad aprire il tutto sia lo scorrimento pacato di una title track dal retrogusto tipico di una ballad, che a fare da continuazione siano una storia d’amore, quella di Nuovo cinema italiano, trainata da un giro di chitarre che pare riversarsi di pizza in pizza, dall’inizio alla fine del lungometraggio, e una Stella di luna che dietro la sua intensità finisce per rivelare un lato, quello più furioso, mai completamente sopito nell’animo di Solo. E che non gli fa altro che onore, oltre a mettere molta curiosità a proposito di quello che sarà l’imminente “Classe A”. Bentornato, Dan.

Gustavo Tagliaferri

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *