#cartonidannati – Federico Zanatta (Father Murphy)

Father Murphy

Cyborg 009, i nove supermagnifici penso sia il nome esatto, io li ricordo semplicemente come I cyborg. La sigla iniziale è eccezionale, ha un che di post-punk, o forse così mi piace pensare. Tutto il cartone è intriso di un fortissimo senso di malinconia e caducità, di una giovinezza persa e che non tornerà più. I protagonisti ripensano spesso al prima, a quando non erano ancora diventati dei cyborg, ma si stringono l’uno con l’altro, consci che il loro sacrificio servirà un “bene più grande”. I nemici poi sono cattivi punto e basta, non vogliono conquistare la terra, vogliono semplicemente elimare la razza umana. Ci sono vari accenni alla religione, il Dio della serie è un beffardo Odino, il profeta/buono potrebbe sembrare Gandhi come Buddha, di certo non di provenienza Occidentale. Il sacrificio non lascia adito o tempo ai rimpianti, insieme al sentore di tragedia presente in tutta la serie fa da collante. La malinconia è un sentimento accettato, e in qualche modo unisce tutti i protagonisti.

a cura di Marco e Christian Gargiulo

#cartonidannati, la nostra personale indagine nel mondo della musica tricolore. Ai musicisti italiani piacciono i cartoni animati giapponesi? Quali? Perchè? Hanno influenzato la loro visione artistica? Scopriamolo insieme!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: