Rise Above Dead – Heavy Gravity

Rise Above Dead

Rise Above Dead - Heavy GravityLP – Shove/Moment of Collapse, 6 t.

Heavy Gravity è la terza uscita dei milanesi Rise Above Dead. Dopo il debutto con Human Disintegration ed il ben riuscito Stellar Flith, la band rientra in scena con questo nuovo progetto, cercando di mantenere alta l’aspettativa del suo pubblico. Il disco si compone di sei brani tutti di natura strumentale, in cui le note angoscianti e tetre sono predominanti, lasciando poco spazio a tutto ciò che pervade il resto del mondo emotivo. Sicuramente, rispetto ai due lavori precedenti di stampo decisamente aggressivo, Heavy Gravity si pone con una natura molto più riflessiva. La copertina, molto suggestiva, dà già un anticipo e non si può fare a meno di associare l’intero succedersi dei brani a dei suoni provenienti da luoghi lontani sperduti nell’universo e riprodotti con maestria dalla band. L’intero lavoro si prefigura, dunque, come la colonna sonora di un viaggio introspettivo in cui l’ascoltatore viene attanagliato nel suo universo interno dall’angoscia dell’inaspettato, dove ogni sua paura può prendere forma da un momento all’altro. Sono presenti sporadici momenti in cui si ha la sensazione di sentirsi d’un tratto leggeri e trasportati da melodie spettrali per poi ricadere giù, nei propri abissi. Un lavoro coraggioso, poiché un lavoro strumentale non è mai di facile fattura per una band giovane che ancora sta cercando una propria definizione o identità, avendo subito inoltre l’abbandono del cantante Andrea Rondanini appena un anno fa. Tuttavia, date le premesse, il quartetto ha tutte le carte in regola per sorprendere ancora il pubblico, in quanto strumentalmente i Rise Above Dead sembrano in piena evoluzione.

Andrea Salvioni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: