Rachele Bastreghi – Marie

Rachele Bastreghi - Marie

Rachele Bastreghi - MarieWarner, 7 t.

Bisogna staccarsi a volte, almeno per un attimo, nel momento in cui si sceglie di far diventare i Baustelle oggetto di un processo di congelamento, a proposito di nuovo materiale. Se la voce principale ha scelto di adoperarsi nuovamente con il mondo dei libri, è chiaro come l’altra figura di spicco scelga di reinventarsi mettendosi definitivamente a confronto con una realtà rivelatasi gradualmente come sua parte integrante: gli anni ’60 come i primi ’70, il pop come il beat, al fine di portare ad una possibile trasmutazione di se stessa in un’altra donna, emersa non a caso grazie ad una fiction televisiva. A cosa può far pensare l’idea di sentire Rachele Bastreghi nei panni di Marie, lontana dal ruolo solitamente ricoperto? Dalle sette tracce dell’EP in questione certamente ad un’interessante esperienza avente come biglietto da visita una Mon petit amì du passé pacata eppure posseduta da un ritmo accattivante, nel cui corso ci si trova a proprio agio rimaneggiando il repertorio di cui sopra, più Patty Pravo (All’inferno insieme a te) che gli Equipe 84 (Cominciava così), mentre nel resto del lotto va fatta una doverosa menzione a Il ritorno, scritta con Dario Faini, senza mezzi termini il punto più alto, favorito da un arrangiamento sopraffino e da un’interpretazione di tutto rispetto, pregna di seduzione ed intensità, come non risulta meno interessante la resa generale di Senza essere, maggiormente slegata dall’effetto retrò e non a caso tale da presentare come co-autore il collega Claudio Brasini, e per quanto maggiormente sottotono affascina anche l’indole spiritata di Folle tempesta, una catarsi franco-nostrana inserita in un disperato e tirato contrasto tra piano, organo e chitarre. Anche senza eccellere, le basi poste dalla Bastreghi per Marie sono più che buone ed invogliano ad una certa curiosità per una possibile apertura di spiragli, se non porte, legati ad ulteriori progetti para-baustelliani da non sottovalutare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *